Porti

L’economia marittima è uno dei punti di eccellenza della Regione Puglia che movimenta circa 53 milioni di tonnellate di merci e 2,5 milioni di passeggeri. Nell’ambito del progetto START i principali porti regionali (Bari, Taranto e Brindisi) hanno manifestato il proprio interesse ad agire in maniera congiunta nella realizzazione degli obiettivi finalizzati alla sostenibilità ambientale delle attività di propria competenza, allo scopo di favorire le politiche dell’innovazione tecnologica e le politiche di integrazione territoriale. Il DSS che il progetto intende sviluppare ha lo scopo di proporre nuovi servizi che rendano più efficiente la risoluzione delle problematiche ambientali dei porti, sia commerciali sia turistici. In particolare, il DSS si comporrà di un sistema web-gis e mobile di early warning e rapid mapping per i porti oggetto di studio e consentirà:

  • lo studio e l’individuazione delle condizioni di agitazione, di idrodinamica e di trasporto dei sedimenti in prossimità e all’interno delle aree portuali finalizzate alla valutazione dei tempi di ricambio delle acque e di accumulo dei sedimenti nel bacino;
  • l’utilizzo dei servizi per la sicurezza della navigazione (manovra della nave e valutazione delle condizioni di rischio per le attività di carico/scarico merci in caso di eventi meteo marini estremi);
  • l’attivazione di sistemi di early warning per condizioni meteomarine estreme;
  • la stima puntuale dei tempi di downtime;
  • la valutazione dei livelli di tracimazione dei moli dei porti in condizioni di moto ondoso estremo atteso;
  • la determinazione del livello di vulnerabilità del porto al rischio di interrimento, nel suo assetto attuale e in quello futuro;
  • il supporto alla pianificazione delle opere portuali.